Menu

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Il nucleo urbano antico di Cosenza, uno dei più belli del Mezzogiorno d'Italia, assume un fascino particolare per il suo stato di conservazione originario. Oggi il centro storico, scarsamente abitato, si presenta in stato di degrado sia per quanto riguarda il patrimonio edilizio, sia per gli aspetti socio-economici. Le attività artigianali ancora esistenti (pochissime) e la bellezza dei suoi luoghi silenti, ci riportano indietro nel tempo e fanno della Cosenza antica uno dei luoghi più caratteristici dell'Italia  del Sud, che vale la pena visitare.


La Cattedrale (XII sec.), rifatta all’inizio del XIII sec. in forme gotico-cistercensi, ospita la “Stauroteca” (attualmente in custodia presso la Soprintendenza), reliquiario a forma di croce in lamina d’oro, con smalti e pietre preziose, donato da Federico II in occasione della consacrazione (1222). Al suo interno,  giacciono le spoglie di Enrico VII, primogenito di Federico II, in un sarcofago di tarda arte romana (sec. VI d.c.) e il mausoleo di Isabella d’Aragona (morta a Cosenza nel 1271) di artista francese, importante bassorilievo medioevale.


Il Castello (X sec.), fortezza normanna edificata da Federico II, fu dimora di Luigi III d’Angiò e Margherita di Savoia (1428-1433 circa) eredi al trono di Napoli nel periodo della dominazione angioina.


Chiesa, convento e chiostro di San Francesco d'Assisi fu fondata nel 1217 da un seguace del santo, Pietro Cathin, al quale si deve la diffusione dell'Ordine in Calabria, ed è una delle più importanti in città.
Chiesa, convento e chiostro di S. Domenico. (XVI sec.) ospitò il filosofo Tommaso Campanella e fu sede di un'importante antica biblioteca.
Chiesa di S. Francesco di Paola (XV sec.)

Palazzo Arnone  (XVI sec.), ex sede del Tribunale e del carcere, ora restituito all'antico splendore e trasformato in sede della Pinacoteca Nazionale  (opere di vari pittori meridionali tra cui Pietro Negroni, Mattia Preti e Luca Giordano), fu sede del processo ai Fratelli Bandiera.
Complesso Monumentale di Sant'Agostino (XV sec.); sede del Museo Civico dei Brettii e degli Enotri.

Teatro di tradizione A. Rendano (XIX sec.) (musicista inventore del "pedale indipendente" del pianoforte).
Biblioteca Civica, sede dell’Accademia Telesiana, una delle più antiche d’Europa (1511), che vide personaggi illustri della città quali : Giovan Battista Amici, astronomo precursore di Copernico, Francesco Salfi illustre scrittore illuminista.
Prefettura o Palazzo del Governo (XVII sec.);
Piazzetta Toscano (sito archeologico all'aperto) e Biblioteca Nazionale
Vallone di Rovito (luogo dell'uccisione dei Fratelli Bandiera)

DA NON PERDERE

Mab - Museo all'aperto. Si tratta di una serie di sculture di artisti di calibro internazionale collocate sull'isola pedonale di Corso Mazzini, corso principale della città, donate alla città da un facoltoso collezionista (Carlo Bilotti, morto a New York nel dicembre del 2006 ): "I Bronzi  di Riace" e "Le Tre Colonne di Marmo" di Sacha Sosno, "La Grande Bagnante" di Emilio Greco, "San Giorgio e il Drago" e "La Testa di Medusa" di Salvador Dalì, "Ettore e Andromaca", "I Due Archeologi" e "Il Grande Metafisico" di Giorgio De Chirico, "Il Cardinale" di Giacomo Manzù, "I Quattro Paracarri" e "La Bifrontale" di Pietro Consagra, "La Rinascita della Cultura" e "il Lupo della Sila" di Mimmo Rotella.

 

Share/Save/Bookmark back to top

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali collegamenti, posti all’interno del Blog stesso, forniti come semplice servizio a coloro che visitano il Blog.
Lo stesso dicasi per i siti che eventualmente forniscano dei link alle risorse qui contenute.

Associazione Le Botteghe di Alarico - Codice Fiscale: 98080170784 - Copyright 2016 - Tutti i diritti riservati

Politica dei Cookie| Note Legali |Web Mail | Mappa del Sito                                                                                                                                                 Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione